Lord Alton di Liverpool esprime il proprio sostegno ai ricorsi presentati dal presidente di FOB Alessandro Amicarelli

Sezione:
Lord Alton of Liverpool

1 agosto 2018 – Lord Alton di Liverpool presso il parlamento del Regno Unito esprime il proprio sostegno ai ricorsi che il presidente di FOB Alessandro Amicarelli, nella sua qualità di avvocato specializzato in diritti umani, ha recentemente presentato presso le Nazioni Unite per conto di alcune vittime della persecuzione religiosa in Cina.

Lord David Alton di Liverpool, membro del parlamento del Regno Unito, noto fautore dei diritti umani e difensore della libertà religiosa, ha espresso il proprio sostegno ai ricorsi che il presidente di FOB avv. Alessandro Amicarelli, ha depositato presso il Gruppo di Lavoro sulla Detenzione Arbitraria delle Nazioni Unite per conto di alcune vittime della persecuzione religiosa in Cina.

Con un’interrogazione scritta indirizzata al governo di Sua Maestà, Lord Alton di Liverpool ha chiesto "se (il governo) intenda sostenere i ricorsi che Alessandro Amicarelli ha depositato presso il Gruppo di Lavoro sulla Detenzione Arbitraria delle Nazioni Unite contro la Cina”.


Il Governo di Sua Maestà ha replicato in maniera affermativa e precisa con una dichiarazione fatta da Lord Ahmad of Wimbledon, Ministro di Stato per il Commonwealth e le Nazioni Unite presso l'Ufficio per gli Affari Esteri ed il Commonwealth, inviato del Primo Ministro per la Libertà religiosa, nella quale ha chiarito quanto il governo "sia profondamente preoccupato per la persecuzione in Cina di Cristiani, Musulmani, Buddisti, praticanti della Falun Gong e altri individui, a causa del loro credo o della loro religione”, aggiungendo che "il Governo di Sua Maestà è impegnato a promuovere e difendere il diritto alla libertà di religione e credo a favore di tutti gli individui”. Ha infine concluso che il Governo manterrà l'attenzione focalizzata sugli sviluppi della questione ribadendo che "Il Regno Unito ha uno stretto legame lavorativo con gli organi delle Nazioni Unite ed è impegnato ad affermare la preminenza del diritto e del sistema normativo internazionale" e "I miei funzionari continuano a monitorare il progresso dell'azione presentata da Alessandro Amicarelli in attesa dell’esito".

Pochi giorni fa, durante il primo evento che ha dato inizio alla Settimana per la Libertà Religiosa – un incontro Ministeriale voluto dal Segretario di Stato Michael Pompeo – l’avv. Amicarelli, in qualità di presidente della European Federation for Freedom of Belief (FOB) e in quanto avvocato internazionalista con esperienza nel campo dei diritti umani, membro dello studio Obaseki & Co Ltd, ha illustrato, presso il Senato a Washington DC, i due ricorsi presentati presso le Nazioni Unite per conto di membri della Chiesa di Dio Onnipotente.

L'avv. Amicarelli e gli altri oratori della sessione relativa alla Cina, Prof. Massimo Introvigne, direttore esecutivo del CESNUR, la diplomatica lituana Rosita Šorytė, presidente di ORLIR ed il condirettore della Tavola Rotonda internazionale sulla Libertà Religiosa, Greg Mitchell, hanno anche affrontato il tema della persecuzione religiosa in Cina in termini generali, evidenziando la realtà di milioni di Musulmani, Buddisti, Cristiani e praticanti della Falun Gong, nonché di membri di altri gruppi religiosi e spirituali soggetti alla persecuzione e alla detenzione arbitraria in Cina.

Una delle finalità della Settimana per la Promozione della Libertà Religiosa è il consolidamento e rafforzamento dell'impegno degli stati che maggiormente sostengono la promozione della libertà religiosa nel mondo e il lavoro comune in modo più stretto verso tale fine.

Le recenti dichiarazioni di Lord Alton di Liverpool e di Lord Ahmad di Wimbledon i rassicurano sul fatto che il Regno Unito continua a lavorare, in collaborazione con altri stati con la medesima sensibilità, al fine della realizzazione di un mondo armonioso in cui tutti gli individui inequivocabilmente hanno diritto alla libertà di religione e di credo senza eccezioni.

Come fautori dei diritti umani e della libertà di religione e di credo, possiamo solo augurarci che più persone e più paesi si uniscano a questa pacifica lotta per la libertà come auspicato durante la Settimana per la Libertà Religiosa a Washington DC.

European Federation for Freedom of Belief (FOB)

Per maggiori informazioni: info@freedomofbelief.net
Per la stampa: pressoffice@freedomofbelief.net

Tag