Si intensifica la persecuzione religiosa in Russia

L’intolleranza, fomentata da gruppi anti-religiosi (FECRIS), dopo i testimoni di Geova e Scientology, colpisce anche i Battisti. Intanto l’odio sfocia nella violenza.

8 agosto 2017 – Da tempo FOB denuncia le nefaste influenze della FECRIS (Fédération Européenne des Centres de Recherche ed d’Information sur le Secatarisme) sulle autorità russe.

Francia/Russia: la branca russa della FECRIS dietro la persecuzione delle minoranze non ortodosse in Russia

HRWF logo

13 giugno 2017 – Pubblichiamo il seguente comunicato di HRWF, che descrive e dettaglia bene quanto FOB segnalava già da tempo, ossia le pressioni e la manipolazione delle informazioni operate dalla FECRIS e dai suoi emissari per mettere al bando le confessioni religiose "indesiderate". FOB sta svolgendo un'inchiesta approfondita su questo argomento, soprattutto per le sue ramificazioni internazionali e le conseguenze negative che l'operato di certe associazioni produce a danno dei diritti umani e nell'esasperare un clima già teso a causa della continua disinformazione sull'origine dei ripetuti atti di terrorismo.

Kirpan: il sacro e la sicurezza

Kirpan

Lo stato laico vorrebbe stabilire quali sono i “valori” religiosi accettabili

20 maggio 2017 - La prima sezione penale della Corte di  Cassazione con la sentenza n.24084 del 15/05/2017 ha respinto l’istanza di un indiano di religione Sikh che aveva fatto ricorso contro una multa comminatagli per essere stato sorpreso con un coltello rituale (Kirpan), lungo circa 18 centimetri, portato fuori dalla sua abitazione senza un “giustificato motivo”. La richiesta è stata respinta in nome della sicurezza e della “conformazione” ai valori della società in cui l’immigrato risiede. Il Sikh aveva sostenuto che il pugnale, era un simbolo distintivo della propria identità religiosa e che il suo porto poteva trovare tutela nell’articolo 19 della Costituzione italiana.

Russia vs Testimoni di Geova e le pressioni della FECRIS

9 maggio 2017 - Non si può non esprimere la più vivida preoccupazione per quanto sta accadendo in Russia ai danni delle minoranze religiose e per le inquietanti similitudini fra l’applicazione draconiana, oggigiorno, di una legge per la sicurezza del paese così divenuta liberticida (la Yarovaya) e quanto avvenne poco meno di un secolo fa non solo nell’orbita sovietica, ma anche altrove nel mondo, in paesi poi divenuti teatro dei peggiori fatti storici e delle più atroci tragedie del ventesimo secolo. Occorre anche, però, indagare il fenomeno per comprenderne la radice.

La libertà di religione prevale ancora al Consiglio d'Europa

EU parliament 28-4-2017

28 aprile 2017 - La nostra consociata francese EIFRF (European Interreligious Forum for Religious Freedom), è stata una delle ONG in prima linea a sostenere la proposta di Valeriu Ghiletchi, battendosi perché venisse accolta dall'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa (APCE) la risoluzione e la raccomandazione inerenti "La protezione dei diritti di genitori e figli appartenenti a minoranze religiose". Di seguito l'annuncio dato sul sito di EIFRF.

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina