Marco Ventura – Il futuro dell’Europa e della libertà di credo

Libro Bianco

23 marzo 2017 – FOB – Il 60° anniversario dei Trattati di Roma verrà celebrato a Roma sabato 25 marzo dai capi di stato o di governo dell’EU. Sarà occasione di riflessione sullo stato dell’Unione e sul futuro del processo di integrazione.

Di certo verrà fatto un bilancio di questi sessant’anni e non si dovrebbe prescindere, a nostro avviso, dal discutere delle problematiche che questo momento storico impietosamente ci impone in materia di diritti umani e libertà civili.

Presentazione del volume "Laicità e libertà di credo in Italia"

Ospite del Consiglio Regionale della Toscana, la European Federation for Freedom of Belief (FOB) presenta il volume pubblicato con l’editrice Pacini Giuridica.

A coronamento di due anni di intensa attività dalla sua costituzione, con questo evento FOB ricorda il Convegno in cui la Federazione presentò le proprie attività e finalità all'opinione pubblica italiana.

Riflessioni sul Patto per un Islam Italiano

Silvio Calzolari

RIFLESSIONI SUL PATTO PER UN ISLAM ITALIANO, SULLA LEGGE DENOMINATA DEI “CULTI AMMESSI” DEL 1929 ED ALTRO ANCORA…

22 febbraio 2017 – L’editoriale del dott. Giuseppe Macrina, membro del Comitato scientifico di FOB, sul recente “Patto per un Islam Italiano”, sancito a Roma fra il Ministro degli Interni Marco Minniti e alcuni rappresentanti di associazioni e comunità islamiche (1 febbraio 2017), mi ha sollecitato molte domande e spinto a qualche riflessione…

Prime considerazioni sul ''Patto nazionale per un Islam Italiano"

Giuseppe Macrina

21 febbraio 2017 – Prime considerazioni sul ''Patto nazionale per un Islam Italiano, espressione di una comunità aperta, integrata e aderente ai valori e principi dell'ordinamento statale'' di Giuseppe Macrina. È ad un altro banco di prova il dialogo tra le istituzioni pubbliche e le comunità che, espressioni delle diverse identità religiose e culturali, animano il nostro Paese. Ed è ancora una volta il Ministero dell’Interno – quale organismo deputato ad assicurare l’ordinato vivere sociale nel rispetto delle libertà civili fra cui, quella fondamentale di religione e di culto - ad essersi reso promotore di un’iniziativa volta al confronto con le rappresentanze delle maggiori comunità islamiche presenti nel nostro Paese.

L'escamotage del PGT per contrastare moschee e circoli culturali islamici

Fedeli islamici in preghiera

20 febbraio 2017 – Una proposta di misure restrittive non solo per la libertà di credo, ma anche per le associazioni culturali. Obiettivo speciosamente proclamato: favorire la sicurezza dei cittadini. Risultato concreto che, invece, inevitabilmente si produrrebbe avallando un inasprimento della legge (dichiaratamente) anti-moschee: vietare a dei liberi cittadini di «associarsi senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale» (articolo 18 della Costituzione della Repubblica Italiana).

La via degli Eruditi nell'Islam

Corano

11 febbraio 2017 – FOB propugna la libertà di credere, ma anche quella di non credere e, se lo si desidera, di cambiare credo. Perciò osserva con favore l'importante iniziativa legislativa intrapresa dalla massima autorità religiosa del Marocco improntata ad un'apertura verso la possibilità di conversione dei musulmani ad altre religioni.

Diritti e radicalizzazione

Open Migration logo

3 febbraio 2017 – Mettere i diritti dell'uomo al centro dell'attenzione e delle iniziative comunitarie allo scopo di prevenire la radicalizzazione e generare un'atmosfera di rispetto reciproco e di cultura della dignità umana: questo il messaggio insito nell'iniziativa di cui relaziona l'interessante articolo di Patrizio Gonnella che riportiamo qui di seguito.

FOB appoggia completamente tale concezione dell'integrazione sociale e dell'interrelazione non solo fra le diverse confessioni religiose, ma anche e soprattutto fra le istituzioni dello stato (laiche) e le religioni.

Norvegia: separazione tra Chiesa luterana e Stato. “Libertà religiosa e uguaglianza tra le fedi”

Chiesa Luterana Norvegia

31 gennaio 2017 - FOB - La notizia che segue potrebbe essere considerata negativa per la Chiesa luterana, ma sarebbe un giudizio superficiale. Forse lo è da un punto di vista economico, come lo sarebbe per la Chiesa Cattolica italiana se rinunciasse ai vantaggi concessi dal Concordato. Ma l'indipendenza di qualsiasi chiesa da qualsiasi stato e vice versa è, di fatto, un bene molto più prezioso per ogni chiesa e per ogni stato. È corretto che la Chiesa Luterana norvegese riceva sostegno dai suoi fedeli nella giusta proporzione.

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina