Attività

La Association for the Defence of Human Rights and Religious Freedom (ADHRRF) si unisce a FOB

La Association for the Defence of Human Rights and Religious Freedom (ADHRRF), con sede in Spagna, Germania e Australia e volontari in vari paesi europei, è entrata a far parte della Federazione Europea per la Libertà di Credo (European Federation for Freedom of Belief, FOB).

Gli obiettivi che ADHRRF si prefigge sono:

Pubblicati gli Atti del Convegno di FOB "Diritto e libertà di credo in Europa, un cammino difficile”

La casa editrice Pacini ha pubblicato il libro degli Atti del Convegno "Diritto e libertà di credo in Europa, un cammino difficile”, organizzato da FOB a Firenze il 18 gennaio 2018. Gli Atti (608 pagine, copertina rigida) consistono di 27 contributi da diverse prospettive che vanno dalla filosofia al diritto, dalla sociologia agli studi religiosi.

Lettera aperta al Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, Prof. Giuseppe Conte

Illustre Prof. Giuseppe Conte,

la nostra Federazione opera sul territorio europeo per difendere e promuovere la libertà degli individui di credere e di non credere, un diritto che in Italia è garantito in primis dalla Costituzione, in altri paesi è tutelato dai rispettivi statuti e dai trattati internazionali, così come dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del dicembre 1948.

FORB nell'UE e in Russia

Nell’anno del 70o Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, FOB fa appello agli Stati affinché implementino FORB nel Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra

Il presidente di FOB, Avv. Amicarelli e altri delegati hanno partecipato all’evento FORB IN EU AND RUSSIA, organizzato dall’associazione accreditata dell’UN ECOSOC, “Fundacion Vida”, durante la 39a sessione del Consiglio dei Diritti Umani a Ginevra il 18 settembre 2018.

Lavorare con le minoranze e cooperare con le autorità degli Stati e l'organizzazione internazionale è vitale per migliorare la libertà di religione e di credo nel mondo

Oggi 13 settembre 2018 Alessandro Amicarelli, presidente della Federazione Europea per la Libertà di Credo (FOB), ha rappresentato la federazione durante l’OSCE ODIHR Human Dimension Implementation Meeting 2018 a Varsavia. Ha fatto una dichiarazione nella sessione 6, su Tolleranza e Non Discriminazione, enfatizzando la vitalità del dialogo con le minoranze e gli organismi statali e le organizzazioni internazionali per il miglioramento della Libertà di Religione e di Credo nel mondo.

Appello al Ministro dell’Economia Giovanni Tria

Stimato Ministro Giovanni Tria,

Le auguriamo una proficua visita in Cina nell’interesse dell’economia italiana.

Nello scorso mese di luglio l’Italia ha partecipato ufficialmente alla "Ministeriale per Promuovere la Libertà Religiosa” a Washington, dove 82 Paesi si sono solennemente impegnati a fare della libertà religiosa un principio irrinunciabile delle relazioni internazionali.

Appello urgente alla Cancelliera Angela Merkel

Stimata cancelliera Merkel,

siamo un gruppo di ONG attive nel campo della libertà religiosa e scriviamo a riguardo della situazione d’urgenza di una rifugiata cinese, la signora Zhao, attualmente detenuta ad Ingelheim, presso l’Aufsichts-und Dienstleistungsdirektion Landeseinrichtung für Asylbegehrende und Ausreisepflichtige, dopo che si è opposta al rimpatrio forzato in Cina, il 9 luglio.

Pieno successo del Summit per la Fede e la Libertà di Bruxelles

Mettere in pratica in Europa i valori che predichiamo

Lo scorso 28 Giugno a Bruxelles, nei locali della prestigiosa Bibiolteca Solvay, presso il Parlamento Europeo, si è svolto con successo il Summit 2018 per la Fede e la Libertà. Relatori e partecipanti da diversi paesi hanno dato vita a un convegno di un giorno intero, dalla fitta agenda, che si è occupato di numerosi aspetti della tutela della libertà religiosa e di credo in Europa e delle sfide che essa si trova ad affrontare nella società moderna.

Come un agnello al mattatoio: gli Stati Uniti manderanno a morte questa donna?

Lettera aperta al Presidente Trump per salvare Demei Zou

Nove organizzazione non governative hanno fatto appello al presidente degli Stati Uniti d’America, Donald J. Trump, affinché intervenga nel caso di Demei Zou, una richiedente asilo che appartiene a un nuovo movimento religioso cristiano, la Chiesa di Dio Onnipotente, che è detenuta a Detroit, in Michigan, e che rischia di essere rimandata in Cina.